Cosmetici bio: il clean beauty secondo Balocchi e Profumi

YES: Ysabella ha avuto il piacere di intervistare Rossana Cattide, architetto genovese ma anche beauty blogger, autrice del blog Balocchi e Profumi. Con lei abbiamo parlato di cosmetici bio e naturali: un interesse nato da un’esigenza personale, subito trasformatosi in passione e desiderio di condividere con gli altri tutti i benefici dei cosmetici bio. Curiosi di saperne di più? Leggete l’intervista 😉

Raccontaci qualcosa di te e del tuo blog 

Ciao, sono Rossana ma tutti mi chiamano semplicemente Roxy e vivo a Genova da quando sono nata.

Da sempre ho un’attrazione per tutto ciò che ha a che fare con l’arte, la storia, la natura e sono riuscita a coniugare tutto attraverso i miei studi universitari in architettura e la mia passione per il mondo della cosmesi biologica.

Il mio blog Balocchi e Profumi è nato nel 2011, a seguito di un periodo in cui ho dovuto scontrarmi con una brutta dermatite seborroica la quale mi ha spinta a studiare, comprendere ed imparare di cosa sono fatti i prodotti per la cura della persona e, di conseguenza, a scrivere articoli da sottoporre ai miei lettori.

La mia presenza online, negli anni, mi ha permesso di conoscere numerose realtà, prendere parte a fiere e manifestazioni importanti ma soprattutto a dare un contributo nella divulgazione dell’importanza di condurre una vita più naturale, sana ed ecologica.

Come nasce la tua passione per i cosmetici bio?  

Come ho spiegato nella mia risposta precedente, tutto è nato da una brutta dermatite seborroica scoppiata intorno al 2009, la quale mi ha letteralmente obbligata a modificare stile di vita.

Ho iniziato ad informarmi, a comprare e leggere libri dedicati alla pelle ed alla cosmesi, ed ho scoperto due cose fondamentali: prima di quel momento mi ero sempre presa cura della mia cute in modo scorretto e con i prodotti più sbagliati che potessi scegliere.

La mia conversione ai cosmetici bio e naturali è stata graduale, in quanto in quegli anni erano davvero pochi i marchi e le persone interessate all’argomento e spignattavo a casa i cosmetici più semplici e facilmente riproducibili.

Con il tempo l’esigenza è sempre andata a braccetto con passione e curiosità e, a distanza di circa dieci anni, posso confermare che sono molto felice di questa mia evoluzione, non tornerei mai indietro.

Come valuti un buon INCI?  

Nel tempo ho letto svariati libri e manuali dedicati alla composizione delle formulazioni cosmetiche, perciò ho imparato a ‘decifrare’ un INCI leggendo semplicemente un’etichetta.

Esistono anche diversi siti che pubblicano l’elenco degli ingredienti distinguendo tra quelli naturali e non. Un esempio è questa sezione dedicata agli ingredienti naturali contenuti nell’INCI dei cosmetici bio, ma ce ne sono diverse altre.

Che consigli daresti a chi si affaccia al mondo dei cosmetici bio?  

In primis di leggere ed informarsi perché una persona, solo comprendendo significato, caratteristiche e peculiarità della cosmesi naturale, sarà in grado di avere padronanza dell’argomento, effettuare scelte giuste, mirate e perché no, sperimentare.

In seconda battuta di non farsi prendere dalle innumerevoli novità e lanci delle varie aziende, magari accumulando scorte di prodotti in quanto non tutto fa al nostro caso.

In più tanti cosmetici naturali hanno una scadenza molto ridotta rispetto a quelli tradizionali, si rischierebbe di non riuscire ad utilizzarli in tempo e di gettarli senza averli portati a termine generando inutili rifiuti dannosi per l’ambiente.

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *