Pelle secca: 3 consigli per trattarla

La pelle secca è una conseguenza di fattori esterni e fattori endogeni. Tra i fattori esterni più rilevanti troviamo le condizioni climatiche e l’utilizzo di cosmetici aggressivi, come ad esempio alcuni detergenti non specificatamente formulati per il viso. Rientra in questa categoria anche l’esposizione solare, quindi i raggi UV. Tra i fattori endogeni invece troviamo principalmente la predisposizione genetica e i fattori ormonali.

1. Pelle secca: l’idratazione è fondamentale

La nostra superficie cutanea è rivestita una un film idrolipidico, costituito per la maggior parte di sostanze grasse e solo per il 5% da molecole idrofile (solubili in acqua). Pur costituendo solo una minima parte, sono proprio queste ultime a rappresentare il fattore idratante naturale e a legare un gran numero di molecole di acqua. Nel momento in cui le componenti del film idrolipidico vengono meno, si verifica la problematica della secchezza cutanea. La pelle secca si presenta fragile, sottile, poco elastica e spesso desquamata. Al tatto appare ruvida e irregolare, mentre visivamente il colorito può risultare opaco o spento. Idratare naturalmente la pelle con oli e burri rappresenta una valida soluzione e per farlo si possono scegliere ingredienti diversi, in base alle proprie preferenze. Si possono scegliere sostanze grasse, che presentano caratteristiche simili alle componenti del film idrolipidico, come ad esempio gli oli e i burri vegetali e le cere.

Oli vegetali

Idratano la pelle secca rendendola morbida al tatto. Ce ne sono diversi, dalla texture più o meno pesante. Per il viso sono particolarmente apprezzati i seguenti oli: Olio di Argan, Olio di Rosa Mosqueta, Olio di Jojoba, Olio di Germe di Grano. L’Olio di Cocco e l’Olio di Mandorle Dolci sono invece tra i più utilizzati per il corpo.

Burri vegetali

Emollienti e idratanti, ottimi per pelle secca. Ne esistono di diversi e particolari, ma i più diffusi sono il Burro di Cacao e quello di Karité.

Cere

Risultano protettive sulla pelle, nella formula sono dei fattori di consistenza. La Cera d’Api è la più famosa, seguita dalla Cera Carnauba e la Cera Candelilla, utilizzabili anche da persone vegane. Le cere sono ideali non solo in caso di pelle secca, ma anche per le labbra screpolate e che hanno bisogno di idratazione.
Per quanto riguarda l’idratazione è pertanto consigliato l’utilizzo di creme o lozioni viso e corpo con all’interno questi ingredienti.

2. Detersione: quali prodotti sono preferibili?

Per quanto riguarda la detersione, la scelta di un prodotto specifico e delicato per il viso è fondamentale al fine di evitare la problematica della pelle secca, con la classica sensazione “pelle che tira”, oltre che rossori cutanei e pruriti. In commercio sono disponibili diverse formule specifiche per questo tipo di pelle: la mousse è una di quelle migliori per il trattamento di questo tipo di pelle.

3. Siero: a base oleosa per la pelle secca

Per coloro che volessero completare la propria beauty routine con un siero, da applicare prima della crema viso, è consigliato optare per un siero a base oleosa. Quest’ultimo può essere utilizzato puro sulla pelle precedentemente inumidita in modo da favorirne l’assorbimento, oppure può essere aggiunto alla crema visa quotidiana per intensificarne l’azione idratante.

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *