Cruelty free food: i nuggets vegetali di KFC

Cruelty free food kfc

Sulla scia del movimento Beyond Meat e del suo fratello gemello Plant-based, la multinazionale del pollo fritto affronta in modo innovativo la domanda crescente di cruelty free food.

Cruelty free food con materiale vegetale e cellule di pollo

A distanza di qualche mese dall’introduzione dell’hamburger vegano, KFC stupisce nuovamente i suoi consumatori più attenti lanciando una partnership con 3D Bioprinting Solution, il laboratorio di ricerca fondato da Invitro, la più grande azienda medica privata della Russia.
La collaborazione mira alla produzione e commercializzazione di uno dei prodotti più amati della catena di fast-food, i nuggets, in una versione cruelty free.

In che modo? I bocconcini impanati saranno stampati in laboratorio e realizzati con un materiale derivante dalle cellule di pollo e materiale vegetale che, condito con gli ingredienti e altre spezie firmate KFC, simulerà il gusto e la consistenza del classico nuggets di pollo fritto.

Verso una produzione più etica e sostenibile

Questo nuovo prodotto, che comincerà a essere testato in Russia a partire dal prossimo autunno, porta con sé diverse implicazioni rilevanti che ne fanno a tutti gli effetti un’innovazione ecologica oltre che culinaria.
Uno studio dell’American Environmental Science & Technology Journal conferma infatti che questo nuovo processo produttivo basato sull’utilizzo di cellule animali consente di ridurre notevolmente l’impatto ambientale abbassando di oltre la metà il consumo di energia, riducendo l’emissione di gas serra di 25 volte e l’ampiezza di terreno adibito all’allevamento di 100 volte.

Domanda in crescita per la healthy nutrition

“L’idea di creare la “carne del futuro” è nata tra i partner in risposta alla crescente popolarità di uno stile di vita e di un’alimentazione sana, all’aumento annuale della domanda di alternative alla carne tradizionale e alla necessità di sviluppare metodi di produzione alimentare più rispettosi dell’ambiente.” Nella sua nota stampa KFC spiega così la scelta di espandersi in questo nuovo settore che come possiamo notare non ha come principale obiettivo la salvaguardia ambientale o degli animali.

La produzione di cruelty free food si inserisce in un trend in crescita, per cui i consumatori sono sempre più attenti alle modalità produttive e desiderosi di dare il loro contribuo con scelte più consapevoli e sostenibili.

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *