Turismo sostenibile: 6 consigli per viaggi responsabili

Turismo sostenibile

Il turismo sostenibile si fonda su 3 pilastri fondamentali: ambiente, cultura ed economia. Viaggiare in modo consapevole non significa quindi solamente usare borracce o limitare l’uso della plastica. Ma rispettare le differenze culturali e supportare l’economia locale.

1. Il turismo sostenibile predilige una destinazione più vicina

Ibiza, Formentera, West Coast, Bali! Quando pensiamo alle vacanze sogniamo sempre spiagge dorate e mare cristallino, possibilmente dall’altra parte del mondo. Certamente queste sono mete fantastiche ma che molto spesso mettono in ombra le bellezze locali dietro l’angolo. Molte persone, per diventare viaggiatori responsabili, decidono di partire dalla scelta della meta: prediligendo una più vicina, si riducono le emissioni per il trasporto e si sostiene l’economia.

2. Viaggiare in bassa stagione combatte l’overtourism

L’overtourism rappresenta un problema crescente per numerose destinazioni celebri che, nonostante i risultati economici soddisfacenti nel breve periodo, rischiano di subire effetti disastrosi nel lungo.
Viaggiare in bassa stagione può aiutare a combattere il sovraffollamento e fa anche risparmiare sui trasporti e sull’alloggio, rappresentando quindi una buona scelta in termini di turismo sostenibile.

3. Evitare prodotti monouso o in plastica

Come a casa, anche in vacanza è consigliato usare prodotti riutilizzabili e in generale evitare i prodotti in plastica. Un inizio possono essere i dischetti struccanti lavabili zero-waste. Per altri suggerimenti potete leggere il nostro articolo in cui consigliamo 4 articoli da viaggio ecologici da avere sempre in valigia.

4. Turismo sostenibile = consumare prodotti locali

Evitare di frequentare le catene internazionali anche in vacanza è sicuramente un ottimo modo per sostenere l’economia locale (oltre che un’occasione per provare delizie gastronomiche tipiche). Provate quindi i cibi locali andando a scoprire trattorie e locande storiche. E come souvenir, invece di un gadget, concedetevi qualcosa da poter gustare anche a casa al rientro!

5. Usate creme solari che non inquinano

Palau è stato il primo Paese a vietare l’utilizzo e la vendita di creme solari “reef toxic”, ovvero quelle contenenti ossibenzone e altri ingredienti inquinanti per il mare e la barriera corallina. Diversi altri stati stanno prendendo misure simili. Molte persone scelgono già da tempo creme solari naturali proprio per la maggiore consapevolezza sulla salvaguardia dell’ambiente marino.

6. Spostatevi in treno o in auto elettrica

Il nostro ultimo consiglio per un turismo sostenibile potrà sembrare scontato ma è allo stesso tempo estremamente impattante. Vi abbiamo già suggerito di selezionare mete più vicine, ma se proprio volete esplorare altri paesi, prendete in considerazione mezzi di trasporto il più eco-friendly possibili: sì al treno o ai veicoli elettrici.

Queste sono solo alcune idee per chi volesse avvicinarsi al turismo sostenibile. Buone vacanze! 🌱

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *