Buone abitudini green per una vita più ecofriendly

buone abitudini

Ci vogliono in media circa 2 mesi per creare delle nuove (buone) abitudini. In questo articolo proponiamo qualche suggerimento su come intraprendere gradualmente il percorso verso abitudini green.

Fate la lista e rifiutate i 2×1

88 milioni di tonnellate. Questo è lo spreco alimentare annuo europeo (ec.europa.eu – 2016). Per dare il nostro contributo contro questo grave problema, possiamo partire introducendo una buona abitudine molto semplice, che richiede solamente un minimo di autocontrollo: decidere a casa, prima di uscire a fare la spesa, quello che serve, riportare tutto su una lista e impegnarsi rispettarla. Al supermercato è infatti molto facile lasciarsi tentare e attrarre da promozioni come il famoso 2×1, acquistando più di quello che è necessario.
Certamente può essere conveniente fare scorte di prodotti in sconto, ma se non vogliamo rischiare di alimentare lo spreco di cibo, meglio limitarle solo a quelli non deperibili.

La tecnologia per favorire le buone abitudini green

Rimanendo in tema food waste la tecnologia, specialmente negli ultimi anni, ci sta venendo incontro offrendoci diverse soluzioni per fare la nostra parte. Nata a Milano nel 2015, la startup MyFoody permette di trovare prodotti in scadenza o con packaging difettosi in offerta, salvando del buon cibo dalla spazzatura. Un servizio simile è offerto dalla startup danese Too Good To Go, che tramite app consente a ristoranti, panetterie ecc. di mettere in vendita delle Magic Box contenenti prodotti in scadenza a un prezzo ridotto.

Provate il DIY

Detersivi, saponi, dentifrici. Tutti prodotti che possiamo imparare a fare in casa, stimolando la nostra creatività e realizzando un risparmio economico e di CO2. Inoltre con il DIY, “do it yourself” o autoproduzione, possiamo dare una nuova vita a oggetti e vestiti che non utilizziamo più. Un’attività di riciclo e riuso che elimina gli sprechi e riduce i rifiuti prodotti.

Perché rientri tra le buone abitudini green, vi consigliamo di scegliere un prodotto, ad esempio un sapone, e provare a farne di colori, forme o profumi differenti. E magari regalarlo agli amici per contagiarli con le abitudini antispreco! 😉

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *