Illuminante: come dare luce al viso

illuminante viso

L’illuminante viso esalta la bellezza naturale del viso, creando dei punti luce che donano al volto maggiore freschezza e luminosità. Si tratta di un prodotto pratico, versatile ed infinitamente utile per dare un tocco “glamour” al look. Viene utilizzato da molti make-up artists e dive del cinema come base viso perfetta per ogni occasione, mentre da altri come finish del make-up .  

Indipendentemente da quale sia l’uso che se ne vuole fare, l’illuminante ha la peculiarità di dare freschezza, luminosità e bellezza naturale al viso. La funzione di base dell’illuminante è quella di uniformare la texture della pelle, levigandola e mascherando eventuali imperfezioni. Si tratta inoltre di una fonte di idratazione e assicura una lunga tenuta del trucco e definisce le linee naturali.

Illuminante: i diversi formati

Le differenze tra formati non sono molte, ma ciascuno di essi si adatta meglio ad alcuni tipi di pelle. In caso di pelle grassa per esempio, è consigliato utilizzare le versioni in polvere. L’Illuminante Resplendent Highlighter puroBIO, grazie alla sua texture leggera e setosa,  risulta perfetto per ricreare ed enfatizzare i naturali punti luce del viso. E’ inoltre disponibile in quattro tonalità da adattare ai vari tipi di pelle.

In caso di pelle secca, un illuminante liquido è preferibile per donare un effetto luminoso, utile per completare il look. La sua formula idratante si adatta alla perfezione alle curve del viso ed è rapidamente assorbita dalla pelle, creando il famoso effetto “glossy” molto di moda ultimamente. L’ Illuminante Resplendent Liquid Stardust puroBIO, dalla texture sottile e dall’intensità modulabile, dona luce e radiosità all’incarnato. Ha un finish da naturale a intenso ed è anch’esso disponibile in varie tonalità.

In che punti applicare l’illuminante viso?

Per capire come applicare correttamente l’illuminante è sufficiente dividere il viso in cinque zone. Tra quelle più luminose troviamo la parte alta degli zigomi, la zona sottostante l’arcata delle sopracciglia, l’arco di Cupido sopra il labbro superiore, il dorso del naso ed il mento.

Queste indicazioni possono variare in base alle linee specifiche del viso. Se non si vuole accentuare ancora di più il mento o il naso, queste zone non dovranno essere illuminate con punti luce ma anzi messe un po’ in “ombra”. A tal proposito, esistono in commercio anche tipi di illuminante viso con due colori che presentano da un lato un colore perlato per un tocco super glow, e dall’altro un colore ramato che regala un effetto delicatamente abbronzato.

Per creare un effetto più naturale possibile bisogna far attenzione a sfumare bene il prodotto. Il rischio altrimenti è di creare visibili stacchi di colore che potrebbero non valorizzare a pieno il risultato finale.

Come scegliere la nuance giusta?

La nuance di questo cosmetico deve essere scelta a seconda del fototipo: la pelle di luna, che presenta un sottotono freddo, deve optare per una polvere rosata. Un prodotto tendente all’oro è invece indicato per le more olivastre, che hanno un sottotono caldo e mediterraneo.

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *