Amortentia Ecobio: il bio blog della giovane Valentina

Amortentia Ecobio

La giovane blogger Valentina ci ha raccontato di sé, del suo blog Amortentia Ecobio e di cosa pensa riguardo al clean beauty.

Raccontaci qualcosa di te e del tuo blog Amortentia Ecobio

Ciao, e grazie per questa opportunità. Mi chiamo Valentina, ho 22 anni e abito alle porte di Firenze, nel Mugello. Sono appassionata della cosmesi ecobio da 2 anni e mezzo e, un anno fa, ho aperto il mio profilo su Instagram per far conoscere a più persone possibili questo magnifico mondo. Ad aprile 2020 sono approdata su WordPress con il mio blog che si chiama Amortentia Ecobio. Si tratta di un piccolo spazio in cui mi confronto ogni giorno con altre persone che credono nell’etica di questa cosmesi e in cui racconto più dettagliatamente la mia esperienza con i vari prodotti.

Come nasce la tua passione per i cosmetici?

La mia passione nasce nel 2018. Tramite un’amica ho scoperto un gruppo su Facebook (Official Progetto Rapunzel Italia) in cui si parla della cura dei capelli con prodotti ecobio. Questo mondo mi era totalmente sconosciuto: ammetto di essere stata una di quelle persone che comprava prodotti a caso, senza sapere niente delle sostanze inquinanti per l’ambiente e dannose per il corpo. Avevo dei capelli disastrati all’epoca ma, grazie ai prodotti biologici, ho riacquisito la mia chioma e ho iniziato a prendermi cura anche del corpo.

In particolare, cosa pensa Amortentia Ecobio dei cosmetici bio?

Penso che la cosmesi bio sia stata la cosa migliore che mi sia capitata negli ultimi anni. Ho imparato che non ci si deve affidare solo all’etichetta di un prodotto: molto spesso leggo “col 98% di ingredienti naturali”, “100% biologico” poi, guardando la formulazione, vedo che ci sono una marea di sostanze tossiche. Questo fenomeno si chiama Greenwashing e, a mio parere, è una truffa ai danni del cliente. Ho iniziato ad avere qualche consapevolezza in più: quando devo comprare un prodotto mi informo, per prima cosa, sul background aziendale (per me è assolutamente importante che la filiera produttiva sia il più sostenibile possibile e che nè gli ingredienti nè il prodotto finale siano testati sugli animali) e, successivamente, leggo sempre l’INCI per studiare la formulazione.


Tra i miei brand preferiti ci sono Biofficina Toscana (apprezzo molto l’uso di ingredienti biologici a km zero), La Saponaria (il primo brand che ho provato quando ho fatto il passaggio al bio), ParentesiBio e Antos. Tutti questi brand non hanno niente da invidiare alla cosmesi da supermercato, anzi, i risultati sono migliori

Cosa sai del movimento clean beauty e quali elementi reputi più attuali?

La clean beauty sta entrando sempre di più nella vita delle persone: nasce per farci capire che dobbiamo essere consapevoli di ciò che compriamo, e questo avviene grazie alla trasparenza delle aziende che rispettano il consumatore finale. La trasparenza è la caratteristica principale: grazie a essa il cliente sa che un determinato prodotto è stato formulato nel rispetto dell’ambiente e della salute, sa che non sono stati effettuati test sugli animali e che c’è un’attenzione maggiore nella creazione del packaging e degli imballaggi (ci sono sempre più pack in bioplastica, vetro, alluminio e sta aumentando la produzione di prodotti zero waste che ci portano a ridurre la quantità di rifiuti). Rispettare l’ambiente è fondamentale oggigiorno e ognuno di noi, nel suo piccolo, può fare la differenza!

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *