Serena Venditti: i cosmetici bio non sono una moda

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Serena, che seguendo la strada green della sua famiglia, è oggi autrice del blog serenavenditti. Con noi oggi parlerà di Clean Beauty e di come i cosmetici bio non siano solamente una moda passeggera.

Raccontaci qualcosa di te e del tuo blog. 

Ciao a tutti, mi chiamo Serena e scrivo dal 2014 su serenavenditti.com. Sui social ho scelto di chiamarmi SVcosmetics, letteralmente “i cosmetici di Serena Venditti” dove promuovo e recensisco cosmetici biologici. La passione e la perseveranza mi hanno portato in questi anni grandi soddisfazioni tra le quali intervista a Mattina 9, morning show campano di canale 9, e al TG Emilia Romagna in occasione del Sana di Bologna, fiera internazionale del Biologico e del Naturale. 

Come nasce la tua passione per i cosmetici? 

Sono nata in una famiglia green, circondata dalla natura, dalla tradizione e dal genuino. La mia famiglia possiede da generazioni un’azienda vinicola che già dagli anni ’80 iniziò la sua conversione al metodo di coltivazione biologico. Per questo reputo sia stata una conseguenza biologicamente naturale avvicinarmi al mondo della cosmesi green. Mondo che unisce i valori genuini del papà, la passione per l’arte della mamma e l’amore per la natura e l’erboristica dei nonni. La creazione del sito dal punto di vista informatico, invece, è frutto del lavoro di mio fratello che ha saputo tramutare le idee in un blog a mia immagine e somiglianza. 

Sentivo che c’era qualcosa che mi legava a questo mondo così iniziai a cercare informazioni sul web e scoprii video di ragazze che parlavano di cosmesi biologica e della lettura degli ingredienti nelle formulazioni cosmetiche. In quegli anni era tutto una novità e i cosmetici biologici sul mercato si contavano sulle dita di una mano. Iniziai a studiare sempre più questo ambito e da qui nacque il blog, portale accessibile a tutti e fondato sulla voglia di condividere e diffondere il mondo della cosmesi biologica. 

In particolare, cosa pensi dei cosmetici bio? 

Penso che i cosmetici bio non siano una moda ma una scelta di acquisto e consumo consapevole legato a uno stile di vita sano e attento a salvaguardare l’ambiente e il benessere individuale. Negli anni ho avuto modo di testare diversi prodotti e posso dire con certezza che le performance dei cosmetici biologici non hanno nulla da invidiare a quelle tradizionali. Tra le aziende che reputo di qualità, per citarne alcune, le maschere viso di Bioearth, la linea pelle impura di Beonme e i sieri di Eterea. 

Cosa sai del movimento clean beauty e quali elementi reputi più attuali? 

Il movimento clean beauty oggi si è ampiamente diffuso e le multinazionali, sfruttando l’onda della tendenza, ne hanno ahimè fatto una questione di marketing. Per fortuna i consumatori fanno scelte sempre più consapevoli, sono più attenti e leggono le etichette dei cosmetici con maggiore attenzione.

Il clean beauty infatti va ben oltre un cosmetico biologico ma promuove uno stile di vita consapevole a 360°: dalla raccolta delle materie prime, alla formulazione e produzione, fino alla scelta di packaging ecosostenibili. Sempre più aziende scelgono di investire in flaconi in bioplastica composta da polietilene, materiale derivato dalla canna da zucchero che non include nessun materiale di origine fossile come carbone e petrolio e che possiede le stesse prestazioni della plastica tradizionale. Scegliere bioplastica ha un grande valore etico e di consapevolezza e solo investendo nei progressi della tecnologia possiamo sperare in un futuro più sostenibile ed ecologico. 

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento