Mai sottovalutare l’INCI dei prodotti! E Silvia la pensa come noi

Silvia, del blog Andoutcomesthegirl, ci parla di come si è avvicinata al mondo della cosmesi naturale e dell’importanza dell’INCI dei prodotti, come promosso dal movimento del Clean Beauty.

Come nasce la tua passione per i cosmetici?  

Ho da sempre amato truccarmi fin da quando ero alle elementari, a Carnevale specialmente ricordo quanto amassi sbizzarrirmi! Sentivo la necessità di esprimermi e il makeup è stato il modo più immediato per farlo. Potevo usare i colori e spaziare con la fantasia, osando perché no?! 
Man mano poi con l’adolescenza mi sono avvicinata alla skincare, soffrendo di acne avevo bisogno di soluzioni per migliorare l’aspetto della grana e dei pori. Ho iniziato con i prodotti consigliati dal dermatologo e ho proseguito informandomi e appassionandomi al tema: conoscenza dell’INCI, approfondimento degli attivi, com’è fatta la pelle e come averne cura

In particolare, cosa pensi dei cosmetici bio 

Ho avuto modo di provare cosmetici bio con ingredienti naturali, sto solo attenta a scegliere quelli giusti ed evitare quelli che potrebbero darmi reazioni allergiche (es. sono intollerante all’avena).  
Mi piacciono davvero molto le matite labbra e i rossetti Neve Cosmetics, super pigmentati e dalla resa ottima. Mi è capitato di provare anche makeup di Avril, saponi e shampoo solido LaSaponaria, siero viso e acqua micellare di Biofficina Toscana… Insomma, mi ispirano sempre prodotti naturali, tra i trend degli ultimi tempi non vedo l’ora di provare Eterea Cosmesi e Gyada Cosmetics! 

Cosa sai del movimento clean beauty e quali elementi reputi più attuali?  

In un mondo in costante pericolo come il nostro, dobbiamo iniziare a fare la differenza. Per me è molto importante tradurre l’impegno della protezione della Terra anche attraverso la cosmesi. Apprezzo tantissimo i brand che sono attenti ai packaging riciclabili o che cercano di ridurre l’impatto ambientale delle plastiche. Mi fa piacere quando un marchio si prende cura del mare in estate elaborando solari che non danneggino la flora e la fauna acquatica.  

Anche dal punto di vista degli ingredienti cerco di evitare petrolati, paraffina e olii minerali perché credo che ci siano tantissime alternative molto valide per ottenere gli stessi risultati, proteggendo la nostra pelle. E’ importante saper leggere l’INCI dei prodotti per fare delle scelte più consapevoli, per noi, per gli animali e per il nostro mondo! 

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento