Le blogger siamo noi: il primo bio blog creato e gestito dalle clienti

Lebloggersiamonoi: scopri di più su questo bio blog dove diverse clienti di tutta Italia recensiscono prodotti biologici e naturali!

Raccontateci qualcosa di voi e del vostro blog. Come nasce la vostra passione per i cosmetici? In particolare, cosa pensate dei cosmetici bio?  

Buongiorno e innanzitutto grazie per questa opportunità che ci date. Far sentire la nostra voce, che è poi un po’ la voce di tutte le normali acquirenti di prodotti biologici e a basso impatto ambientale, è molto importante. Ciascuna di noi si è avvicinata alla cosmesi biologica per una motivazione diversa. C’è chi lo ha fatto per risolvere una problematica o incuriosita da chi già ne parlava su qualche canale Youtube, come la nostra Ale. C’è chi ha iniziato con l’autoproduzione, come la nostra Raffa, e chi sentiva crescere forte l’esigenza di fare qualcosa di buono per se stessa e per il Pianeta. Ci siamo incontrate grazie a Internet e, seppur distanti, abbiamo sentito il bisogno di unirci per creare qualcosa di nostro per poterci raccontare.

Il nostro è il primo blog in Italia creato e gestito dalle clienti che recensiscono prodotti comprati di tasca loro, parlandone bene o meno bene (perché svincolate da qualsiasi logica commerciale). Certo, negli anni qualche collaborazione c’è stata, ma – i brand lo sanno e ci apprezzano per questo – non è mai venuta meno la nostra onestà. Riteniamo infatti che una critica costruttiva possa rappresentare un grande vantaggio per l’azienda che la sa recepire come punto di partenza dal quale migliorarsi. In questi ultimi tempi i brand sono molto più attenti al parere del consumatore. E di questo non possiamo che essere felici e vederlo come una piccola svolta. Sappiamo di essere una goccia nel mare ma, se le nostre scelte consapevoli ed etiche diventano una pratica quotidiana, qualcosa può davvero cambiare. L’importante è trovare la spinta giusta, la “molla” in grado di farci pensare diversamente e di farci diventare più critiche e selettive.  

La cosmesi è una passione comune che nasce dalla consapevolezza che preservare la nostra pelle nella maniera migliore è il modo migliore per stare bene con noi stesse. Ed è anche il modo migliore per accettare il tempo che avanza con un grosso sorriso sulla faccia. Non ha senso coprire una pelle ingrigita e fiacca con chili di make-up. Si peggiorerebbe solo la situazione creando un effetto mascherone davvero poco piacevole a vedersi. Bisogna piuttosto prevenire e agire affinchè l’epidermide ritrovi la sua naturale luminosità e un aspetto sano coi prodotti giusti. E possono servire diverso tempo e molti tentativi prima di trovare “la quadra” per ciascuna – per questo acquistiamo e proviamo molto.

Molte delle marche presenti sul sito le abbiamo testate e le abbiamo amate, come AlkemillaBiofficina Toscana, Allegro Natura, Domus Olea, La Saponaria, EtereaGyada, Dr. Organic, Neve cosmetics e PuroBio. Trovate moltissime recensioni sul nostro blog e vi lasciamo il link diretto per andare a curiosare. 

Cosa sai del movimento clean beauty e quali elementi reputi più attuali? 

Per quanto riguarda il trend “Clean Beauty”, per noi ha sempre rivestito un’enorme importanza il consumo consapevole. Non fare acquisti in modo compulsivo e, magari, scambiare o regalare i prodotti che non fanno al caso nostro. Apprezziamo molto i prodotti che non hanno un pack secondario ma che riportano tutte le caratteristiche di utilizzo e gli ingredienti direttamente sul flacone. Infine, siamo molto felici che anche le generazioni più giovani stiano imparando a scegliere con consapevolezza grazie all’azione divulgativa dei social. Non è detto che si debba spendere un patrimonio per creare una prima routine green di base. Oggigiorno in molti supermercati è presente un corner bio con prodotti certificati e a basso costo. 

Come ultima cosa, ci teniamo a dire che la certificazione è importante ma non è tutto. Esistono dei prodotti certificati ma con un INCI povero e vuoto, e dei prodotti con ingredienti naturali ma privi di una vera certificazione. Qui la questione sarebbe lunga da trattare, e andrebbe a toccare argomenti quali costi e burocrazia che per il momento vogliamo tralasciare. Ma raccomandiamo di leggere con attenzione l’etichetta di quello che si trova sugli scaffali, senza prendere prodotti a caso perché affascinati da una bella confezione o da una scritta invitante. Cerchiamo di crescere sotto questa prospettiva e andare verso la giusta direzione, perchè siamo tutti parte di un unico grande ecosistema che deve vivere in armonia.

Ti interessano altri articoli? Vai alla Home Page del Blog Clean Attitude

Lascia un commento